Storia – 10. Il 13ème ed il 14ème régiment de Hussards

10. Il 13ème ed il 14ème régiment de Hussards

Il 13ème régiment de Hussards ed il 14ème régiment de Hussards vengono ambedue costituiti con decreto imperiale del 28 gennaio 1813, nell’ambito dello sforzo sostenuto dall’impero francese per ricostituire un esercito dopo la disastrosa ritirata di Russia1. Il 13° ussari viene formato con 538 coscritti dei dipartimenti romani e 500 uomini dei dipartimenti toscani, mentre il 14° ussari viene costituito originariamente con 1.200 cavalleggeri tratti dai dipartimenti genovesi e piemontesi2. L’uniforme è quella ordinaria degli ussari francesi, con colori identificativi propri per ogni reggimento, come di tradizione per questo corpo. Il 13° ussari si riconosce per il dolman marrone con colletto e paramani blu cielo, la pelisse marrone, i pantaloni blu cielo, le trecce bianche ed i bottoni argento. Il 14° ussari ha dolman e pelisse verde scuro, colletto, paramani e pantaloni scarlatto, trecce bianche e bottoni argento3.

Nel giugno del 1813 il 13° ussari si compone di 4 squadroni, per un totale di 885 effettivi4:

squadrone – 8 ufficiali e 207 sottufficiali e soldati – a Firenze;

squadrone – 8 ufficiali e 248 sottufficiali e soldati – in trasferimento;

squadrone – 8 ufficiali e 200 sottufficiali e soldati – ad Augsburg;

squadrone – 6 ufficiali e 200 sottufficiali e soldati – ad Augsburg;

Il 13° ussari combatte con la Grande Armée nella campagna di Germania a Magdeburgo, Belzig, Lubnitz, Dresda5 e Lipsia. Due compagnie del 13° ussari vengono inviate a rafforzare la guarnigione di Wurzburg, sotto il comando del generale Turreau. A Wurzburg gli ussari toscani e laziali si ricongiungono con i compatrioti del 113° di linea e con loro condividono le vicende già illustrate nel capitolo dedicato al lungo assedio e alla resa della piazzaforte, avvenuta solo dopo l’abdicazione di Napoleone, il 4 maggio 18146. Inoltre una parte del reggimento combatte anche con l’Armée d’Italie a Viareggio e a Livorno, contro le truppe anglo italiane di lord Wilson che tentano invano di conquistare la città labronica7. Il 13 dicembre 1813 il reggimento è ufficialmente sciolto, ed i suoi uomini sono inseriti nel 14° ussari. Il numero 13 dei reggimenti di ussari viene quindi ereditato dal régiment de hussard de Jérome-Napoléon.

Anche il 14° ussari combatte in Germania e viene impiegato alla difesa di Dresda e nella battaglia di Lipsia. Viene sciolto l’11 novembre 1813 a causa della violazione alleata delle condizioni di capitolazione di Dresda, in conseguenza della quale il reggimento è interamente catturato. Il 14° ussari viene quindi ricostituito il 13 dicembre 1813 a Torino. Questo nuovo 14° ussari è inserito nell’Armée d’Italieed incamera i resti dei vecchi 13° ussari e 14° ussari, oltre che nuove leve. Con l’abdicazione di Napoleone anche questo 14ème régiment de Hussards viene definitivamente sciolto8.

 

1 Cfr. FIEFFIÉ, Histoire des.., op. cit., vol. II, pp. 118-119 e QUINTIN, Dictionnaire…, op. cit. p. 911.

2 Cfr. DE LAUGIER, Fasti e…, op. cit., vol. 12, pp. 181-183 e pp. 397-399.

3 Cfr. BUKHARI Emir, Napoleon’s hussars, Osprey, London 1978, p. 6.

4 Cfr. NAFZIGER, Lutzen e Bautzen…., op. cit., p. 315.

5 Cfr. DE LAUGIER, Fasti e…, op. cit., vol. 12, pp. 387-388.

6 Cfr. SIX, Dictionnaire…, op. cit., vol. II, pp. 517-518.

7 Cfr. GIORGETTI, Le armi…., op. cit., vol. II, pp. 469-471.

8 Cfr. SMITH, Napoleon’s…, op. cit., pp. 290-291.

Il brano sopra citato è tratto da: Gianni Doni “CENNI SUI MILITARI TOSCANI NELLA GRANDE ARMÉE” in: Partire, Partirò, Partir bisogna. Ed. Polistampa, Firenze 2009.