2008
Austerlitz

2008

E infine Austerlitz. Ovvero il ritorno.
Difficile aggiungere qualcosa di nuovo.
Sempre freddo, sempre fatica, sempre il solito campo di battaglia, sempre salcicce e birra.
Ma il fascino della battaglia dei tre Imperatori resta. Tanto che non possiamo fare a meno di tornarci ogni 2 o 3 anni!!!
La novità vera, che segna la tendenza emergente nel reenactment , è stata la formazione di unità numerose (50, 60 moschetti, forse più) operanti all’interno di una ben definita catena di comando militare disgiunta da quella organizzativa.
Il IV battaglione di cui facevamo parte (insieme alle altre unità del BIF presenti), sotto il comando del nostro vecchio amico Oliver, ha veramente ben manovrato.
Grazie però alla accurata preparazione precedente (diffusione da parte di Oliver degli ordini più importanti e relative tavole del regolamento di battaglione), all’impegno di ufficiali, sottoufficiali e soldati, ed al durissimo addestramento sul campo che ha preceduto la battaglia.
Credo sia la giusta strada da seguire. Ma lo stiamo facendo, anche in Italia.
Vedremo nel 2009.