2002

 Austerlitz. La Cerimonia

Austerlitz 2002
C’eravamo già stati nel 2000, dopo un viaggio infernale con arrivo notturno a Brno, alla ricerca di un vecchio seminario disperso nelle campagne, dove eravamo alloggiati.Compensato, come quasi sempre peraltro, da un bel po’ di tempo in “libera uscita” con visita al castello di Slavkov (cioè Austerlitz) con annesso museo e bellissime sale.Quella volta fummo forse più presi dal fascino del luogo che non dal reenactment in se stesso, dall’emozione di essere per la prima volta su un altro campo di battaglia il cui nome risuona ancora nell’immaginario non solo degli appassionati della storia, ma di tutti coloro che abbiano un po’ di sensibilità per le radici di questa Europa.Il “Capolavoro dell’Imperatore” , la “Battaglia Perfetta”, la Nemesi dei Coalizzati!

Nel 2002 invece eravamo nel paese di Slavkov che si caratterizza soprattutto per……………………le taverne!!!

Il ricordo non può non andare all’occupazione “manu militari” delle osterie del luogo.

Furono evitati per la prontezza degli ufficiali e sottoufficiali “stupri e ruberie”, ma le graziose camerierine si saranno ricordate per un bel po’ della pantagruelica gozzoviglia del 113ème!!

La rievocazione della battaglia dei Tre Imperatori già allora era un evento importantissimo per il territorio. Autorità, grande pubblico, mercati e mercatini. Una kermesse divertente.

La ricostruzione della battaglia abbastanza “artigianale”, ma sicuramente bruciammo un numero importante di cartucce. Che, in fin dei conti, è uno degli elementi più significativi del “divertimento”.

E’ noto il commento dei nostri grognards: “ sì….ma s’è sparato poco”. Certo non fu il caso di Austerlitz. E si preparava il grande bicentenario.